Prepararsi per la prova costume

Prepararsi per la prova costume

Per essere pronti alla prova costume… bisogna iniziare a prepararsi per tempo!
Non vogliamo stressarvi con avvisi intimidatori, anzi quello che vogliamo fare con questo articolo è incominciare con voi un percorso di preparazione per arrivare al primo bagno senza timori e soprattutto senza rimpianti. Questo infatti è il momento giusto per iniziare a guardarsi allo specchio, individuare i punti critici e lavorarci!

Purtroppo su un punto critico abbiamo pochi dubbi, perché è qualcosa che abbiamo tutti, che ci provoca complessi e che ci mette più in crisi nella prova costume: la cellulite! Anche le statistiche ce lo confermano: 8 donne su 10 nel bacino del Mediterraneo hanno la cellulite.

Per affrontare la cellulite e viverla in maniera meno problematica bisogna prima capire cos’è e non confonderla con la cellulite infettiva (un’infiammazione della pelle che può insorgere in seguito a graffi o ferite). La cellulite estetica si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia, cioè aumento di volume, delle cellule adipose, con accumulo di liquidi in eccesso negli spazi intracellulari. L’equilibrio del sistema venoso e linfatico (la linfa è un liquido che raccoglie i materiali di scarto dell’organismo e scorre nei vasi linfatici) è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

La prima parola chiave da memorizzare per combattere la cellulite è IDRATAZIONE! Ma per rendere più efficace l’effetto salutare del bere molta acqua vi consigliamo di leggere bene l’etichetta dell’acqua che bevete e sceglierne una con molto magnesio. Questo micronutriente migliora infatti la combustione dei grassi e contribuisce all’eliminazione dell’acido lattico responsabile della ritenzione idrica. Inoltre controlla l’afflusso di acqua intracellulare e, aiutando la circolazione sanguigna a livello capillare, distende il tessuto nervoso, stimolando lo smaltimento dei grassi. In altre parole, rappresenta un utile alleato su cui contare. I dati scientifici lo confermano e sono particolarmente indicate le acque che, in base alle classificazioni internazionali, vengono definite “magnesiache”, ovvero con una concentrazione di magnesio superiore a 50 mg/L.

Bere acqua non è sufficiente per assicurare una corretta idratazione. Per questo occorre inserire nella propria dieta alcuni cibi ricchi di acqua. Tra questi, la frutta, in particolare anguria e melone, la verdura, il latte, i succhi, lo yogurt, i sorbetti e i gelati.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi